La più folle delle imprese: l’avventura delle onde gravitazionali da Einstein a ET

A cura di GSSI, INAF, INFN, INGV

Massimo Carpinelli Direttore di EGO, professore dell'Università di Milano Bicocca, ricercatore INFN
Eugenio Coccia Professore ordinario di astrofisica GSSI, Direttore dell'Institute for High Energy Physics, Barcellona
Silvia Piranomonte Astrofisica, prima ricercatrice INAF
Giulio Selvaggi Dirigente di ricerca INGV
Modera Andrea Bettini Giornalista RaiNews24

Dai dubbi di Einstein, che trovò presto la formulazione corretta ma rimase scettico sulla loro esistenza per il resto della sua vita, all’annuncio della loro scoperta da parte degli esperimenti LIGO negli Stati Uniti e VIrgo in Italia, vicino Pisa, le onde gravitazionali hanno dato luogo a una ricerca appassionata che si è avvalsa di rivelatori gravitazionali. Il più potente di questi sarà l’Einstein Telescope (ET), il rilevatore di terza generazione che l’Italia è candidata a ospitare in Sardegna. Dai dubbi, una certezza: ET sarà un progetto di impatto scientifico e tecnologico di livello mondiale.

Photo credit: MIT