le cause tra terra e ambiente

Scienza per e con il mare

Il progetto europeo EMSO

dom 22 apr | 19:00 | Teatro Studio Borgna
A cura di INGV
 
Progetto europeo EMSO (European Multidisciplinary Seafloor and water-column Observatory) (INFN/INGV/CNR)

Un’infrastruttura di ricerca europea su scala continentale nel campo delle scienze ambientali, in Italia coinvolge l’INGV, che lo coordina, l’INFN, il CNR e la Stazione Zoologica Anton Dohrn e l’ISPRA. L’infrastruttura è composta da osservatori sottomarini a grandi profondità, tra cui il rivelatore per neutrini KM3NET e l'osservatorio cablato INFN in prossimità del porto di Catania. EMSO ha al suo attivo 11 osservatori marini in oceano profondo e 4 siti per test in acque basse per il monitoraggio a lungo termine, anche in tempo reale, di processi ambientali che riguardano la geosfera, la biosfera e l’idrosfera e le loro interazioni.

 
 
 

Alessandro Coletta, responsabile dell’Unità Osservazione della Terra e direttore di Missione del Sistema di Satelliti Cosmo - SkyMed dell’Agenzia Spaziale Italiana
Giorgio Riccobene, ricercatore ai Laboratori Nazionali del Sud di Catania dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
Laura Beranzoli,  dirigente tecnologo all'INGV, responsabile dell'Unità Funionale Sistemi Integrati per le Infrastrutture Ambientali Marine della Sezione Roma-2
introduce e modera
Lorenzo Pinna
 
3.00