CASA del jazz

SUMMERTIME 2022

NATE SMITH KINFOLK

ven 15 lug | 21:00 | Casa del Jazz - Viale di Porta Ardeatina, 55
NATE SMITH

Per quasi due decenni, Nate Smith è stato un elemento chiave nel rinvigorire la scena musicale internazionale con il suo stile di batteria viscerale, istintivo e radicato. Ha un curriculum diversificato e ampio, che include lavori con stimati leader del jazz come Pat Metheny, Dave Holland, Chris Potter, José James, John Patitucci, Ravi Coltrane e Somi tra molti altri. Il suo album di debutto 2 volte nominato ai GRAMMY, KINFOLK: Postcards from Everywhere, vede Smith fondere le sue originali composizioni jazz moderne con R&B, pop e hip-hop. Si è anche avventurato nel mondo pop/rock con le recenti collaborazioni con la band spinoff di Vulfpeck The Fearless Flyers, Brittany Howard (di Alabama Shakes) e le esibizioni con le cantautrici Emily King e Van Hunt.

L'ultimo album di Nate - "Kinfolk 2: See the Birds" è uscito a settembre 2021 su Edition Records e include, tra gli altri, Brittany Howard, Joel Ross, Michael Mayo. 
 
 
ven 15 lug | 21:00 | Casa del Jazz - Viale di Porta Ardeatina, 55

NATE SMITH KINFOLK

Nate Smith - batteria

Brad Allen Williams - chitarre

Jon Cowherd - piano, fender rhodes

Fima Ephron - basso elettrico

Jaleel Shaw - alto e soprano sax

Amma Whatt - voce
INFO UTILI
Dalle h.19.30 alle h. 21 e dalla fine del concerto fino alle h. 00.00 ci sarà il DJ set di DJ LEO 

​Leo Mastropierro, organizzatore e resident del Roma Soul City Allnighter, festeggia quest’anno i 30 anni di attività come dj.

Ama la musica black specialmente il soul ma anche il jazz, il funk, la bossanova e la disco e propone le sue selezioni in vinile originale nel formato a 45 giri.

Resident dj e promotore artistico del Bluecheese di Roma dal 1999 al 2006, dal 2007 al 2011 è stato attivamente coinvolto come organizzatore e dj in ambito sixties.

Nel 2008 ha iniziato ad organizzare in veste di promoter e dj resident (insieme a Marco Dall’Asta e Carlo Campaiola) il Roma Soul City Allnighter che si è confermato uno degli appuntamenti più importanti in Italia e non solo, per quanto riguarda la soul music, che quest'anno si è svolto ai Pinispettinati il 14 maggio. 

Ha “suonato” in alcuni dei più conosciuti clubs romani e in grandi eventi come La Notte Bianca a Roma dal 2004 al 2007, la street parade Million Marijuana march nel 2001 a Roma, il primo World Gay Pride a Roma nel 2000 con la crew del Bluecheese.

In ambito strettamente soul è stato guest dei maggiori allnighters come il Black Trefoil Soul Club di Genova, l’Allnighter Ducale a Parma, l’Oldies Allnighter di Ferrara, il Rimini Rare Soul Weekender, il Cannonball Soul Weekender a Carpi, il Dig This! Soul Alldayer a Milano. 

Fuori dai confini italiani ha selezionato musica soul al "Friday Street" Scotland's premier mod club a Glasgow nel 2010, al Soul City Berne Special Nighter a Berna nel 2013, al South of France Soul Weekender nel 2017, al Not Too Young Swiss Soul Weekender a Lucerna nel 2019 e ad Amsterdam nello stesso anno.