concerto

LEONARDO – SHAPING THE INVISIBLE

Concerti corali con proiezioni

lun 8 apr | 21:00 | Sala Petrassi
“La musica non è da essere chiamata altro che sorella della pittura” (Leonardo)
 
Il 2 maggio 2019 ricorre il 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci.  Probabilmente il più grande genio universale di tutti i tempi, Leonardo era anche un musicista e considerava quest’arte come unica vera rivale della divina “scienza” della pittura. In occasione di un anniversario tanto significativo e per sottolineare l’eredità di questo lungimirante "Uomo del Rinascimento", l'ensemble vocale I Fagiolini unisce arte, musica e scienza in “Leonardo: Shaping the Invisible”, un nuovo grande progetto discografico itinerante concepito insieme a Martin Kemp, accademico e grande studioso di Leonardo.
Per questa ricorrenza, I Fagiolini e il professor Kemp apriranno il National Geographic Festival delle Scienze con la prima italiana di "Shaping the Invisible". Ispirato dall’inarrestabile curiosità di Leonardo, “Shaping the Invisible” esplora le immagini più amate dell’artista attraverso un prisma costituito dalle musiche di Tallis, Howells, Victoria, Bach, Monteverdi, Rubbra, Janequin, Daniel-Lesur e Josquin Desprez.
Il progetto comprende anche una nuova creazione del compositore Adrian Williams e di Gillian Clark (Poeta nazionale del Galles), ispirata alle scoperte scientifiche di Leonardo. Secondo lo stile che caratterizza le performance dei Fagiolini, non mancheranno sorprese aggiunte in post-produzione, mentre ai concerti verranno proiettate le splendide opere d’arte di Leonardo.


photo © Matt Brodie

curatore
professor Martin Kemp
direttore / controtenore
Robert Hollingworth
soprano
Anna Crookes
soprano
Rebecca Lea
controtenore
Peter Gritton
tenore
Matthew Long
tenore
Nicholas Hurndall Smith
baritono
Greg Skidmore
basso
Charles Gibbs
lun 8 apr | 21:00 | Sala Petrassi
18.00