ERRARE HUMANUM EST

GIOVANNA MARINI
RACHELE ANDRIOLI

dom 7 nov 2021 | 21:00 | Teatro Studio Borgna

ERRARE HUMANUM EST 
World Music Festival (XI ed.)
Finisterre Produzioni
 
GIOVANNA MARINI La vita dentro e fuori al pentagramma
+
RACHELE ANDRIOLI Leuca
 
Torna il Festival Errare Humanum Est, curato da Finisterre e in programma, a partire dal prossimo 7 novembre, presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Ad aprire la serata sarà Rachele Andrioli, una delle voci più emozionanti e originali della nuova scena della musica popolare italiana, con il suo ultimo progetto Leuca. Sul palco Rachele si propone da sola e grazie alla sua voce unica, e all’inserimento di vari strumenti tradizionali e all'utilizzo sapiente dell’elettronica, gestisce la scena evocando rituali ancestrali densi di suggestioni e colori, in una finibus terrae tutta da ascoltare. L’appuntamento è realizzato con il contributo di Puglia Sounds “Programmazione Puglia Sounds Tour Italia 2020/2021”.  #WeAreInPuglia #PugliaSoundsPlus
A seguire sarà Giovanna Marini, la grande musicista e “pasionaria” della tradizione musicale italiana, sul palco con Flaviana Rossi, Patrizia Rotonda e Michele Manca, a ripercorrere la sua vita “dentro e fuori il pentagramma”. Instancabile ricercatrice, autrice, insegnante, interprete battagliera e riflessiva delle lotte sociali e umanitarie, ha collaborato con i più bei nomi della cultura italiana e internazionale e ha formato musicalmente centinaia di allievi e di nuovi talenti. Dopo i due clamorosi spettacoli “Bella Ciao” e “Ci ragiono e canto” continua la sua attività di musicista, compositrice, autrice. Di particolare oimportanza anche la sua attività didattica in vari paesi europei e alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio di Roma.
"E’ la  musica che cantiamo, che abbiamo cercato e trovato nelle  regioni italiane del Sud ricchissime di belle melodie e antichi testi cantati. E' la musica che ho scritto per quartetto e per trio inventandola di sana pianta o a volte costruendola sullo stile dei modi contadini studiati e trovati da anni di incontri con la gente del Sud che li canta. E' anche la musica dei popoli in lotta contro un potere teso unicamente al mantenimento di se stesso e mai all'interesse della gente.  E' sempre musica, ma dall'altra parte del Potere". (G. Marini)
 

Info e prenotazioni – press@finisterre.it
 
 
 
 
dom 7 nov 2021 | 21:00 | Teatro Studio Borgna