mostra

GIANLUCA COSTANTINI

THE SOCIAL DRAWING

da ven 11 mar a dom 13 mar | AuditoriumArte
GIANLUCA COSTANTINI
THE SOCIAL DRAWING

 

A cura di Rosa Polacco
 
Colpiscono dritto al cuore i disegni di Gianluca Costantini, autore del celebre ritratto di Patrick Zaki, in questi due anni stampato e diffuso in tutta Italia a sostegno della liberazione del ricercatore detenuto senza ragione in Egitto, e che ci ha accompagnati anche qui, in Auditorium, nelle edizioni di Libri Come 2020 e 2021.

 

Costantini è artista e attivista. “Disegno persone scomparse", dice del suo lavoro. Scomparse per motivi diversi: perché vittime, perché uccise, perché dimenticate.

I suoi sono disegni fortemente politici, prende spunto da fatti di cronaca e li ricostruisce col suo tratto fino a illuminare volti, storie, fratture del nostro tempo. Dalle donne uccise per femmincidio agli attivisti dei diritti umani scomparsi o imprigionati dai regimi, alle infinite vittime delle libertà minacciate in tutto il mondo, e non sempre sufficientemente conosciute.

 

Nella mostra ospitata da Libri Come sono esposti i ritratti di persone che sono diventate  simboli: della libertà di stampa oppressa, come la giornalista russa Anna Politkovskaja, uccisa da due sicari a Mosca nel 2006, o come Ahmet Altan, giornalista e scrittore turco a lungo imprigionato per i suoi articoli; delle vittime del lavoro, come Luana D'Orazio e Lorenzo Parelli; dell'oppressione cieca dei regimi, come Giuio Regeni; ma anche della difesa dell'ambiente, come Greta Thunberg o Elisabeth Warren. Ritratti che rendono i diversi significati della parola Terra, al centro dell'edizione di quest'anno, il suo essere pianeta e il suo essere mondo. Una Terra minacciata dalla crisi ambientale, ma anche dalle oppressioni, dalle guerre. Una Terra da salvare.

 

In mostra anche un video sul riconoscimento facciale, nuova e discussa limitazione alle libertà, e quattro tavole della graphic novel su Patrick Zaki che Costantini ha scritto insieme alla giornalista Laura Cappon, in collaborazione con Amnesty International. 

 

Chiude la mostra una tavola di questi giorni, realizzata per la campagna #abbraccioperlapace: un segno di speranza per la pace in Ucraina.

 

 

 

Gianluca Costantini è un artista attivista che da anni combatte le sue battaglie attraverso il disegno. Accusato di terrorismo dal governo turco, collabora attivamente con le organizzazioni ActionAid, Amnesty, Cesvi, ARCI e Emergency.

Nel 2019 ha ricevuto il premio “Arte e diritti umani” di Amnesty International. Pubblica su numerose testate italiane e straniere, il suo ultimo libro, scritto insieme a Laura Cappon, è Patrick Zaki, una storia egiziana (Feltrinelli, 2022)
da ven 11 mar a dom 13 mar | AuditoriumArte