Suggestioni e influenze reciproche tra jazz e musica colta

Filippo La Porta e Marcello Rosa Jazztales

Un tocco di classico

mer 14 feb | 21:00 | Teatro Studio Borgna
Il jazz è la vera, grande rivoluzione musicale del ‘900. Ha inventato nuove armonie, ha dato nuova centralità all’improvvisazione, però senza mai perdere la sua radice popolare, senza spezzare il patto con il pubblico (come invece ha fatto la musica “seria”), e dunque senza cancellare il legame con il corpo, la sensualità, il piacere, il ballo, con la “strada” (Pat Metheny). Anche per questo ha influenzato e ispirato molti musicisti colti così come molti jazzisti si sono formati sulla musica classica. Il concerto propone un percorso musicale irregolare e imprevedibile, tra generi diversi, all’interno del quale può capitare che “Humoresque” di Dvořák diventi “Humour rescue”(“Salva l’humour”). Il ruolo centrale del violoncello - strumento quasi mai utilizzato nel jazz - valorizza questi scambi reciproci.

Jazztales
Filippo La Porta percussioni e voce narrante
Marcello Rosa trombone e direzione musicale
Giovanna Famulari violoncello
Andrea Verlingieri sax tenore e soprano
Olimpio Riccardi sax tenore e flauto
Valerio Vantaggio batteria
Toto Giornelli contrabbasso
Paolo Tombolesi piano
15.00