equilibrio festival 2018

Compagnie Maguy Marin

BIT

mar 13 feb | 21:00 | Sala Petrassi
La ricerca costante di cambiamento fa di Maguy Marin una coreografa ‘resistente’, non solo al tempo e agli eventi, ma alla vita. Per lei resistere significa creare mettendosi ogni volta in discussione, spingendo chi guarda a fare lo stesso. “Uno spettacolo - ama ribadire - non può certamente cambiare il mondo, ma può forse cambiare coloro che lo guardano”. Così nel suo immenso repertorio che spazia dalla danza pura al Tanztheater, al quasi-teatro e all’installazione, il comune denominatore resta parlare dell’uomo, dell’individuo in rapporto al gruppo e alla società. La sua ultima creazione BiT, segna il ritorno al movimento, a un rapporto stringente, quasi ossessivo, con la musica. Tutto comincia da un lavoro sul ritmo, come il ritmo di ciascuno si articola in relazione a quello degli altri. Una questione ‘politica’ per Marin sebbene lo spettacolo non la enfatizzi. Come si formano le masse? Come le solitudini? Quale mistero regola i flussi? Lo spettacolo è una sorta di lotta, di resistenza alla morte per sei interpreti ossessionati dal ritmo, travolti in una farandole incessante che li trascina nel vuoto. E questo viaggio nell’abisso, nell’incapacità di sganciarsi dal passo della società, si svolge su un’ostinata musica techno creata dal giovane musicista tolosano Charlie Aubry. Con magistrale lucidità e impareggiabile poesia Marin disegna il girone infernale della società postmoderna, un’umanità ridotta a un refrain di sesso-divertimento-nulla da cui c’è una sola via d’uscita: la fuga.
ideazione e coreografia
Maguy Marin
interpreti
Ulises Alvarez, Kaïs Chouibi, Laura Frigato, Daphné Koutsafti, Cathy Polo, Ennio Sammarco
con la partecipazione di
Clarissa Limongi, Aurora Ventruto, Lara Di Bello

direzione tecnica e disegno luci
Alexandre Béneteaud
ideazione musica
Charlie Aubry
design accessori
Louise Gros e Laura Pignon
ideazione costume
Nelly Geyres con Raphaël Lo Bello
design del suono
Antoine Garry
amministratore di compagnia
Albin Chavignon
scene compagnie
Maguy Marin
uno speciale ringraziamento a
Louise Mariotte
 
una coproduzione Théâtre Garonne – scène européenne à Toulouse. Théâtre de la ville / Festival d’automne à Paris. Monaco Dance Forum – Les ballets de Monte-Carlo. Opéra de Lille. La Filature, Scène nationale de Mulhouse. Ballet du Nord – Centre Chorégraphique National de Roubaix Nord-Pas de Calais. Charleroi Danses – Le Centre chorégraphique de la Fédération Wallonie – Bruxelles. MC2: Maison de la culture de Grenoble. Théâtre de Nîmes – scène conventionnée pour la danse contemporaine.
con il sostegno di Biennale de la danse de Lyon e di Théâtre National Populaire
sostegno alla creazione: L’Adami, società di artisti-interpreti, gestisce e salvaguardia i diritti di questa categoria in Francia e nel resto del mondo per un più equo riconoscimento del talento.
La Compagnia Maguy Marin è sovvenzionata da Ministère de la Culture et de la Communication, Ville de Lyon, Région Rhône-Alpes e riceve l’aiuto finanziario dell’Institut français per i suoi progetti all’estero.
mar 13 feb | 21:00 | Sala Petrassi
25.00

 
RIDUZIONI
I Love Auditorium.