fauves!

festival

ANTONIO RAIA - RENATO FIORITO
ERIC CHENAUX
BEN LAMAR GAY ENSEMBLE

DJ SET Bob Corsi

dom 30 ott | 19:30 | Teatro Studio Borgna

Trovare connessioni, ribaltare schemi, non accontentarsi del già detto, del già visto, del già sentito, tentare accostamenti, suggerire derive, ipotizzare trasformazioni…
Non si può trovare una definizione migliore per Fauves!, il festival che rinnova il rapporto Fondazione Musica per Roma e Rai Radio3 (dopo New York is Now, Le labbra nude, Be music, night)
Fauves! dunque belve, fiere, anzi “fiere!”: colori, suoni saturi, densi, densissimi, accesi in grandi campiture, poco importa della forma ché è il colore, è il suono a farla, tutto è ritmo - anche quando sembra immobile - tutto è movimento, vortice. e vertigine. Tre serate, tre concerti ogni sera, dal solo al duo alla formazione più estesa, incastonati da un dj set. Si entra e si sta al gioco. 
 
Antonio Raia è un sassofonista, compositore e improvvisatore avant jazz. Esperto di scrittura alternativa al pentagramma, è particolarmente motivato quando si tratta di mescolare insieme arte e musica. Renato Fiorito è un compositore, fonico e sound artist. Il suo stile si potrebbe definire come un punto di incontro tra suoni roboanti e ritmiche irregolari. Di solito utilizza rumori provenienti dalla Natura per generare ambienti sonori immersivi. Infatti Fiorito è noto per essere compositore di installazioni interattive per danze e soundtracks di film e documentari. Entrambi hanno già collaborato con Chris Corsano, Bob Ostertag e Alvin Curran. Il loro primo album si chiama “Thin Reactions”, per la neonata label partenopea Non Sempre Nuoce. Un progetto discografico ardito, sintetico e minimalista. Essenziale come un Manifesto culturale che ambisce a diventare nuova corrente di pensiero contemporanea. 
 
Eric Chenaux è un chitarrista, cantautore, cantante e scultore canadese, una figura chiave nella fertile scena della musica indie e avantgarde di Toronto negli anni '90 e 2000. Ha pubblicato sette album da solista di canzoni sperimentali con l’etichetta Constellation tracciando un percorso avventuroso e senza compromessi attraverso la composizione avant-folk, out-jazz e pop. È stato definito “un musicista come nessun altro” da Tiny Mix Tapes; i suoi album da solista sono stati elogiati da The Quietus come "incredibilmente belli, genuinamente inimitabili, la cui reputazione crescerà solo con il tempo". Sulla copertina della rivista The Wire nel 2017, l'articolo di approfondimento dichiarava: “Chenaux riesce a generare una sorprendente gamma di timbri. Un cantante e cantautore dotato di dolcezza angelica e chiarezza che si accompagna a trame di chitarra in gran parte improvvisate e viscerali che sembrano intenzionate a minare e oscurare le sue stesse canzoni. È la necessità di comunicare la rissa con la voglia di offuscare; lucidità contro opacità; forma contro il caos”. 
 
Ben LaMar Gay è un compositore e cornettista che muove suono, colore e spazio attraverso filtri folcloristici per produrre collage elettroacustici. La sua miscela di vari stili è sempre al servizio della narrazione e mai solo un'esibizione della tecnica. Nato a Chicago, la vera tecnica di Ben è dare vita a un'idea mentre esplora ed espande il termine "Americana". Essendo attivo nella scena musicale sperimentale di Chicago e avendo trascorso una residenza di tre anni in Brasile, Ben ha collaborato con diverse figure influenti nel mondo della musica, tra cui Joshua Abrams, l'Association of the Advancement of Creative Musicians, Bixiga 70, Black Monks del Mississippi, Celso Fonseca, George Lewis, Nicole Mitchell, Jeff Parker, Theo Parrish, Mike Reed, Tomeka Reid e Itibere Zwarg.
 
 
Con la pubblicazione del suo album di debutto, Downtown Castles Can Never Block the Sun (International Anthem, 2018) e numerose commissioni, Ben sta affermando il suo posto e la sua voce unica nell'odierno ecosistema creativo. Ha ricevuto residenze per artisti dagli Edgar Miller Legacy Glasner Studios e dalla Red Bull Music Academy. La sua gamma di esibizioni e progetti creativi spazia dalla città natale nel Symphony Center di Chicago e in tutto il mondo a luoghi come Brasile, Francia, Germania, Italia, Nigeria, Polonia e Paesi Bassi. 
 
 




 
 
DOMENICA 30 OTT 
ANTONIO RAIA - RENATO FIORITO 
ERIC CHENAUX 
BEN LAMAR GAY ENSEMBLE 
-
DJ SET Bob Corsi

Ben LaMar Gay - cornetta, sintetizzatori, voce
Will Faber - chitarra
Matt Davis - sousafono, voci
Tommaso Moretti - batteria
 
dom 30 ott | 19:30 | Teatro Studio Borgna
INFO UTILI
DJ SET
BOB CORSI
 
DJ, collezionista di vinile, socio fondatore e A&R per Goodfellas e Penny Records, music supervisor per cinema e TV, ma soprattutto agitatore da una vita delle piste da ballo di Roma.
I dj set di Bob Corsi sono un frullato di sonorità che spaziano tra soul, rhythm & blues, colonne sonore, exotica, ritmi soul latini, calypso, cumbia, funk, rocksteady, dub, afro beat, cosmic disco, jazz, psichedelia e reliquie da campionamento.