Dal Corriere della Sera Roma

Patti Smith, Nick Cave & co. L’estate rock dell’Auditorium

​di Sandra Cesarale

NELLA CAVEA

Patti Smith, Nick Cave & co. L’estate rock dell’Auditorium
I live del Summer Festival da Woodkid a Beck, Michael Kiwanuka, Cat Power e Daniele Silvestri. L’apertura, il 2 giugno, è dedicata ai ritmi che infiammano le notti di Ibiza

Torna a Roma Patti Smith. Sarà fra i protagonisti del Roma Summer Festival nella cavea del Parco della Musica, dove si esibirà il 26 luglio.

Cantante, cantautrice e poetessa, la «sacerdotessa del rock» sarà in concerto con la sua band. In più di quarant’anni di carriera ha attraversato il punk diventandone l’icona, ha raccontato il suo mondo attraverso la musica, la fotografia, la poesia, i romanzi, la pittura e la scultura. Il suo nome si aggiunge al già corposo programma del festival con più di venti nomi annunciati (ma altri se ne aggiungeranno nei prossimi mesi). I biglietti dei concerti sono già in vendita.
L’apertura è dedicata ai ritmi che infiammano le notti di Ibiza con l’evento speciale Circoloco e i nomi più importanti della techno–house internazionale (2 giugno). È già sold out il concerto di Nick Cave con i Bad Seeds che l’11 giugno arriverà in cavea sette anni dopo l’ultimo concerto all’Auditorium. Il 17 giugno toccherà a Cat Power, tra le voci più importanti del nuovo cantautorato americano al femminile. Il canadese Caribou (25 giugno) porterà sul palco la sua musica intrisa di elettronica. E il giorno dopo è attesissimo il ritorno dopo 15 anni di Beck, per il tour del nuovo album Hyperspace. Woodkid (all’anagrafe Yoan Lemoine), il 28, trascinerà il pubblico in un’esperienza sensoriale fra musica, luci e scenografie.

Luglio si apre con i veterani del The Alan Parsons Project (il 4), in Italia per celebrare i 40 anni dell’album The Turn of a Friendly Card. I Lumineers (5 luglio) presenteranno dal vivo III. Pochi giorni dopo, l’8, saliranno sul palco i Pixies: la band di Boston ha aperto la strada a band come Nirvana, Radiohead e Pearl Jam. Il 12 arriva il cantautore Tom Walker che ha raggiunto 1 miliardo e mezzo di stream, 7 milioni di singoli e 1 milione di dischi venduti. Spazio anche a glorie del rock come i Simple Minds (15 luglio) e al «modfather» Paul Weller (24 luglio).

Tra le star più giovani spicca il nome di Liam Payne con la partecipazione di Elodie (20 luglio). Il cantautore britannico ha venduto più di 18 milioni di singoli e ha superato i 3.7 miliardi di stream, in soli due anni: numeri conquistati da quando ha lasciato la band anglo-irlandese One Direction. Il 23 salirà sul palco Michael Kiwanuka, la giovane star britannica del soul. I Black Pumas (il 25) sono stati definiti il «Wu-Tang Clan che incontra James Brown».

Per gli amanti del jazz arriva Herbie Hancock (19 luglio) e, per gli appassionati della world music, appuntamento con Goran Bregovic Wedding & Funeral Orchestra (22 luglio). Non mancano gli italiani, tutti a luglio: Brunori Sas (il 13), Daniele Silvestri (il 28) e Levante (il 30).