FONDAZIONE MUSICA PER ROMA

IL 2019 CHIUDE CON 424.000 SPETTATORI, 5% IN PIÙ DEL 2018

PIÙ DI 26.000 GLI SPETTATORI ALLA
CASA DEL JAZZ

GRANDE SUCCESSO PER IL NATALE CHE SEGNA GIÀ 40.000 PRESENZE

NEL 2020 ATTESI I GRANDI BIG DELLA MUSICA ITALIANA E INTERNAZIONALE:
PAOLO FRESU, PAT METHENY, GINO PAOLI, SERGIO CAMMARIERE, SNARKY PUPPY, MARIO BIONDI, NICK CAVE, SIMPLE MINDS, CARIBOU, THE LUMINEERS, PIXIES, PAUL WELLER

Chiude con grande successo il diciassettesimo anno di attività della Fondazione Musica per Roma all’Auditorium Parco della Musica con 424.000 spettatori, il 5% in più del 2018 e oltre 800 eventi. Alla Casa del Jazz invece sono stati invece oltre 26.000 gli spettatori
Grande successo per il Natale che segna invece 40.000 presenze per il ricco programma che comprende Festival Gospel e i concerti di Britti – Gazzè, Fiorella Mannoia, Nicola Piovani, Ambrogio Sparagna e molti altri. 
Anche quest’anno siamo orgogliosi del dato di affluenza e dell’incasso – afferma il Presidente della Fondazione Musica per Roma Aurelio Regina – perché evidenzia una crescita rispetto all’anno precedente e una grande affezione del nostro pubblico sia ai concerti che ai nostri Festival tematici: letteratura, scienza, economia, Gospel”.
È stato un anno ricco di grandi nomi e big internazionali – dichiara l’Amministratore delegato Josè R. Dosal – e la qualità della programmazione è più che premiata dal nostro pubblico. Il nuovo anno porterà tante novità, prime fra tutte le date già annunciate di Roma Summer Fest che vedrà quest’anno salire sul palco della cavea artisti come Nick Cave, Pixies, Simple Minds, Paul Weller”. 
Dopo la ricca programmazione di Natale e la Festa di Roma a Capodanno prosegue la stagione di concerti, spettacoli, festival e lezioni di Musica per Roma. Dal 16 al 21 gennaio in scena Tempo di CHET. La versione di Chet Baker, uno spettacolo con 7 attori in scena e le musiche eseguite dal trombettista Paolo Fresu che fa rivivere uno dei miti musicali più controversi e discussi del Novecento in un flusso organico di parole, immagini e musica che rievocano lo stile lirico e intimista di questo jazzista tanto maledetto quanto leggendario. Tra gli eventi più attesi di gennaio la doppia data del cantautore romano Niccolò Fabi (19 - 20 gennaio) e il ritorno di uno degli eventi di danza più attesi dell’anno: il gala Les Ètoiles (24 - 26 gennaio). Tra gli altri appuntamenti in programma: Trio Bobo presenta l’ultimo album Sensurround (27 gennaio), Ascanio Celestini per i 20 anni di Radio Clandestina (27 gennaio), Riccardo Del Fra Moving People Quintet (28 gennaio), la tappa del tour teatrale “E la luna bussò” di Mario Lavezzi (28 gennaio), del tour “Riaccolti a teatro” dei Modena City Ramblers (30 gennaio) e di quello del Banco del Mutuo Soccorso (31 gennaio). Tra i protagonisti di febbraio il cantautore folk Joshua Radin presenta il nuovo album Here, Right Now (3 febbraio) e arriva per la prima volta la popstar internazionale Tini (23 febbraio). Marzo è il mese dei libri con il consueto festival Libri Come e ritornano due cantautori della scuderia Parco della Musica Records: Sergio Cammariere (20 marzo) e Gino Paoli (29 marzo). Ad aprile invece è di casa la scienza con il National Geographic Festival delle Scienze e tra i concerti da segnalare Van Der Graf Generator (7 aprile), Edoardo Bennato (26 aprile) e quello della coppia Raf/Umberto Tozzi (29 aprile). E ancora si va verso l’estate con l’Orchestra Popolare Italiana in Si canta maggio (1 maggio), Marco Masini (2 maggio), Pat Metheny (11 maggio). Già annunciati i primi nomi del Roma Summer FestNick Cave & The Bad Seeds (11 giugno), Caribou (25 giugno), The Lumineers (5 luglio), Pixies (8 luglio), Simple Minds (15 luglio), Paul Weller (24 luglio).