DANIELE SILVESTRI

La mia casa 

MARTEDI 27 E MERCOLEDI 28 DICEMBRE

SALA SANTA CECILIA ORE 21
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

Biglietti da 21 a 40 euro + d.p.

È stato un anno davvero speciale per Daniele e i suoi acrobati. E non sono bastate le quattro date romane sold-out del recente tour teatrale a considerare chiusa la partita casalinga. Ecco allora che il nuovo appuntamento capitolino nella meravigliosa cornice della sala Santa Cecilia all'Auditorium Parco della Musica diventa l'occasione perfetta per chiudere un lungo e appassionante viaggio, che probabilmente solo nella "sua" Roma poteva concludersi. Non a caso è "La mia casa" il titolo scelto per questi due spettacoli. E non sarà solo una festosa conclusione, ma anche un primo seme gettato verso quello che arriverà poi, un ponte steso verso nuovi lidi da esplorare e sondare nel prossimo futuro. Due serate dense, ricche di sorprese, diverse fra loro e - inevitabilmente - molto acrobatiche.

Ad accompagnare Daniele Silvestri sul palco ci saranno Piero Monterisi (batteria), Gianluca Misiti (tastiere), Gabriele Lazzarotti  (basso), Duilio Galioto (tastiere), Sebastiano De Gennaro (percussioni e vibrafono), Daniele Fiaschi (chitarre), Marco Santoro (fiati e cori).

 

“Acrobati” è il titolo dell’ultimo album di Silvestri, un disco acrobatico anche per come è nato: da un iPhone pieno di appunti musicali, di idee, che partendo da uno studio di Lecce la scorsa estate, ha viaggiato fino a ritrovarsi al chiuso di una sala di registrazione dove si è fatto ascoltare germogliando e facendo germogliare un flusso inesauribile di musica. Jam che diventavano sessioni, armonie, melodie, break che si condensavano in canzoni. Musicisti in tondo a suonare ogni nota come se fosse sempre la prima e anche l’ultima, una serie di take fissate su hard disk che davano già il volto a un disco pieno di spunti, di idee, di libertà. Di acrobazia in acrobazia diciotto di queste canzoni si sono fatte avanti e si sono tuffate nel disco iniziando ad abitarlo dando vita a un album straordinariamente ricco di contenuti e di musica, da cui emergono limpidi l’entusiasmo e l’urgenza creativa di Silvestri. Un sound potente, che spazia agilmente tra generi diversi, dal rock, al funky, dalla canzone d’autore all’elettronica.

 

Fin dall’anno del suo esordio, nel 1994, con l’album omonimo, Daniele Silvestri (Roma, 1968) è riconosciuto come uno dei più interessanti e originali cantautori italiani. Artista versatile e in grado di spaziare tra scrittura, teatro, musical e cinema coniuga la ricerca di una “nuova” canzone d’autore con il riscontro del grande pubblico, mescolando talento e tradizione, leggerezza espressiva e impegno civile come testimoniano canzoni quali  “L’uomo col megafono”, “Cohiba” e “Il mio nemico”, affianco a canzoni pop assolute come “Le cose che abbiamo in comune”, “Occhi da orientale” e “Salirò”.  

Con nove album di studio all’attivo – tra cui “Il padrone della festa”, frutto dell’incontro con i due illustri colleghi Niccolò Fabi e Max Gazzè –  innumerevoli collaborazioni e alcune importanti partecipazioni al Festival di Sanremo, Daniele Silvestri è uno degli artisti che ha collezionato più riconoscimenti nel corso della sua carriera.

  

Info 06-80241281

 www.auditorium.com

Ufficio stampa Musica per Roma tel. 06-80241574 – 228 – 583

ufficiostampa@musicaperroma.it