TONY HADLEY

                           

“CHRISTMAS TOUR”

TONY HADLEY E LA SUA BAND PER LA PRIMA VOLTA IN CONCERTO PER PRESENTARE IL NUOVO ALBUM CON CLASSICI NATALIZI E IL MEGLIO DEGLI SPANDAU BALLET

 

 

SABATO 17 DICEMBRE SALA SINOPOLI ORE 21
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
Biglietti da 35 a 60 euro + d.p.

 

 

Leggendario protagonista degli Spandau Ballet presenta la nuova edizione del suo primo disco natalizio in assoluto, “The Christmas Album”, che contiene alcune delle canzoni natalizie preferite dall’artista con tre inediti: “Have yourself a merry little Christmas” con Kim Wilde, “Jingle Bells” con Max Giusti” e “Silent Night”. Disco prodotto da Claudio Guidetti, è un’eclettica raccolta di canzoni natalizie che include anche quelle classiche popolari come “White Christmas,” “Let It Snow,” “Have Yourself A Merry Little Christmas,” e la versione di Bruce Springsteen di “Santa Claus Is Coming To Town”. Altri medley nell’album “I Believe In Father Christmas” di Greg Lake (Emerson, Lake & Palmer),"Shake Up Christmas” di Train, “Fairytale Of New York” in duetto con Nina Zilli, dei The Pogues e Kirsty MacColl, "Lonely This Christmas” di Mud, “Driving Home For Christmas” di Chris Rea, “Run Run Rudolph” di Chuck Berry, e "I Don’t Want To Spend One More Christmas Without You” degli N’Sync. “The Christmas Album” inoltre presenta due inediti scritti da Tony Hadley: “Every Second I’m Away”, e “Snowing All Over The World”

Tony Hadley, il figlio maggiore di Josephine e Patrick, è nato a Londra il 2 giugno 1960. Tony già da piccolo sognava di diventare un medico, ma dopo aver vinto un concorso di canto, decise che la sua vocazione era quella di diventare un cantante...il resto è storia. Pionieri del movimento romantico degli anni '80, gli Spandau Ballet si formarono nel 1978 ed ebbero un grandissimo successo in tutto il mondo, pubblicando numerosi album e singoli quali “Gold”, “Only When You Leave”, “Lifeline”, “Through the Barricades”, “True”. A metà degli anni '80 furono delle superstar in tutto il mondo, tuttavia i rapporti si ruppero e il gruppo si sciolse nel 1990. Si riformarono poi nel 2009 per il "Reformation Tour", un tour mondiale che vide tre notti completamente sold out a Londra e la loro prima data in un festival, al “Festival dell'Isola di Wight”. Nel 2014 la band era di nuovo insieme per il lancio del loro acclamato documentario rock “Soulboys of The Western World”, che divenne ben presto il secondo film campione di incassi nel paese e tematica principale della critica del tempo, anche grazie ai contenuti inediti. Grazie all'enorme successo del film la band ha annunciato il suo “Soulboys of The Western World” tour, con un giro del mondo che ha visto gli Spandau Ballet suonare in alcune delle più grandi venue, tra cui il Gran Premio di Singapore, e anche in America, per la prima volta in 30 anni.

Come cantante degli Spandau Ballet, Tony Hadley nel corso degli anni ha guadagnato il riconoscimento di essere uno dei più grandi cantanti di musica pop. In aggiunta a tutte le canzoni della band, molti ricorderanno il suo contributo vocale come solista al concerto di Nelson Mandela a Wembley nel giugno 1988.

Tony è un artista solista che ha continuato a scrivere e a registrare e fino ad oggi ha pubblicato cinque album in studio da solista; 'State of Play', due album con la Universal Records, un album omonimo nel 1998, e 'True Ballads' nel 2003. Nel 2006, la sua etichetta, Slipstream Records, ha pubblicato il suo album di oscillazione tanto atteso “Passing Strangers”. Ha anche pubblicato tre album dal vivo e due DVD live.Nel dicembre 2015 il suo primo album di Natale rilasciato da Universal Records, con il primo singolo, una cover del gruppo rock Americano Train "Shake Up Christmas", uno dei preferiti di Tony.Sul fronte della musica dal vivo, Tony è un esecutore regolare, che delizia il pubblico sia in patria che all'estero con eventi come il 'Night Of The Proms' in Olanda e Belgio, tour orchestrali in Europa e Sud America, così come il tour da solista nel suo Regno Unito.Nel 2005 il contributo di Tony per l'industria della musica è stato ufficialmente riconosciuto con l'assegnazione di un distintivo d'oro dalla “British Academy of Composers e Songwriters”.Nel mese di agosto 2011 ha cantanto da solista per la prima volta negli Stati Uniti dal 1986, eseguendo brani degli Spandau Ballet. Nel 2013 Tony ha partecipato al primo di una serie di spettacoli con la sua orchestra che culminarono in una performance alla Royal Albert Hall di Londra, che lo rivede proprio nell’ottobre 2016 ancora una volta con la sua band e orchestra. A parte la sua band dal vivo, Tony ha anche una passione per lo 'Swing'; Frank Sinatra, Tony Bennett e Jack Jones sono alcuni dei suoi preferiti, le cui canzoni porta spesso sui grandi palchi in giro per l’Europa. L’album “Passing Strangers” infatti riflette proprio la sua passione per lo Swing.

 

 

 

Info 06-80241281

www.auditorium.com

Ufficio stampa Musica per Roma tel. 06-80241574 – 228

ufficiostampa@musicaperroma.it