I concerti nel parco 2016

 

VINICIO MARCHIONI E FRANCESCO CAFISO QUARTET

 

L'INSEGUITORE

 

Vinicio Marchioni - voce narrante

Francesco Cafiso - sassofono contralto

Mauro Schiavone - pianoforte

Pietro Ciancaglini - contrabbasso

Adam Pache - batteria

Musiche di Francesco Cafiso

Testo tratto da “L’Inseguitore” di Julio Cortázar

Adattamento e Regia di Vinicio Marchioni

 

DOMENICA 27 NOVEMBRE SALA PETRASSI ORE 21
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

Biglietto unico 15 euro  


Il Festival “I concerti nel parco 2016” chiude in bellezza all’Auditorium Parco della Musica con L’Inseguitore, Monologo in jazz sulla vita di Charlie Parker tratto da “L’Inseguitore” del grande scrittore argentino Julio Cortázar (1914-1984). Pubblicato nel 1959 nella raccolta “Le armi segrete”, il racconto s’ispira liberamente agli aspetti più drammatici della vita di Charlie Parker, ribattezzato Johnny Carter, la cui vicenda è filtrata dalle parole del suo amico Bruno, critico musicale.

 

Vinicio Marchioni ha adattato il testo e lo ha messo in scena insieme ad uno dei più brillanti musicisti postparkeriani, il sassofonista Francesco Cafiso, che con il suo quartetto, Mauro Schiavone al pianoforte, Pietro Ciancaglini al contrabbasso e Adam Pache alla batteria, interagisce con il corpo e la voce di Marchioni.

Ha scritto Vinicio Marchioni nelle sue note di regia: “…mettere mano a L’Inseguitore è come entrare in un tempio. Non solo del Jazz. Si ha l’impressione, leggendo, di avanzare in qualcosa di mistico, in un percorso iniziatico a due facce, da una parte Bruno, dall’altra

 

 

 

 

 

 

Jhonny. Un percorso pieno di voragini dominate dall’ossessione per il tempo. Voragini che un genio musicale persegue, inseguendo la possibilità di annullare il tempo, combattendolo, odiandolo, trovando l’estasi solo squarciandolo, attraverso un sassofono che perde in continuazione. La possibilità di “giocare” in scena con questo capolavoro insieme ad un gigante del jazz come Francesco Cafiso, di provare insieme a far sì che le parole di Cortázar inseguano la musica di Cafiso o viceversa, di provare a intrecciare il racconto orale al jazz e rendere la musica parola è il tentativo di questo spettacolo. Cercando di riempire il silenzio della vita o della mente, quei “buchi” di cui parla Jhonny/Charlie, e di renderli musica. Per scongiurarli, trasformarli e renderli arte ed energia a più voci.

Un’ora e mezza per entrare fin dentro al midollo di una vita vissuta per il jazz.

 

VINICIO MARCHIONI

Attore di formazione ed esperienza teatrale (ha lavorato tra gli altri con G.Marini, L. Ronconi, A. Latella, R. Latini, D.Lescot, L. Muscato), reduce dal successo come protagonista della piéce Un tram che si chiama desiderio per la regia di Antonio Latella, nel ruolo che a suo tempo fu di Marlon Brando. Lo abbiamo visto in scena quest’anno in La gatta sul tetto che scotta nel ruolo di Brick per la regia di Arturo Cirillo.

Ha scritto, diretto e interpretato La più lunga ora, testo sulla vita del poeta Dino Campana che di tanto in tanto riprende nei teatri italiani. Ha firmato la regia, assieme a Milena Mancini, de Le Metamorfosi di Apuleio.

 

FRANCESCO CAFISO

Inizia a suonare il sax a soli 6 anni ma già a 9 anni è in tour con la sua band composta da musicisti adulti che lui dirige con grande maturità. Wynton Marsalis nel 2002 all’età di 13 anni lo coinvolge nel suo tour europeo. Ha collaborato con artisti come Bob Mintzer, George Gruntz, Maria Schneider, Gianni Basso, Joe Lovano, Hank Jones, George Mraz, i Manhattan Transfer, Wynton Marsalis, e la Lincoln Center Orchestra, la Count Basie Orchestra, Dado Moroni, Reggie Johnson, Doug Sides, Enrico Rava, Cedar Walton, Dave Brubeck, Lewis Nash, Joe Locke, Mulgrew Miller, Ronnie Matthews, Jimmy Cobb, Jessie Davis, James Williams, Ray Drummond e Ben Riley, Vincent Harring, Adam Nussbaum e Wess Anderson.

Due gli attuali progetti artistici che Francesco propone in tutto il mondo: il Francesco Cafiso Sextet con Giovanni Amato alla tromba, Humberto Amesquita al trombone, Mauro Schiavone al pianoforte, Pietro Ciancaglini al contrabbasso, Jonas Burgwinkel alla batteria e il Francesco Cafiso Duo con Mauro Schiavone al pianoforte.

 

Relazioni con la stampa I Concerti nel Parco:

 Marina Nocilla 338 7172263; marinanocilla@gmail.com

Maurizio Quattrini: 338 8485333; maurizioquattrini@yahoo.it

 

 

Info 06-80241281

www.auditorium.com

Ufficio stampa Musica per Roma tel. 06-80241574 – 228

ufficiostampa@musicaperroma.it