LETIZIA GAMBI Feat. LENNY WHITE 

 

"Blue Monday"

Letizia Gambi - voce

Lenny White – batteria

Dario Rosciglione - contrabbasso

Roberto Tarenzi – pianoforte

Giovanna Famulari - violoncello

Fabio Zeppetella – chitarra

 

In collaborazione con Fondazione Lelio Luttazzi

 

MERCOLEDI 11 MAGGIO 2016 TEATRO STUDIO GIANNI BORGNA ORE 21

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

Biglietto unico 15 euro

 

Dopo due anni di intenso lavoro la cantante partenopea Letizia Gambi presenta il suo secondo progetto discografico Blue Monday inciso a New York e prodotto da Lenny White, il leggendario batterista e produttore americano plurivincitore di Grammy Award. Nel disco sono accompagnati da musicisti del calibro di Ron Carter, Gil Goldstein, Donald Vega, Helen Sung, John Benitez, Lenny White, Hector Del Curto, Pete Levin. Ad accompagnarla sul palco nel concerto romano ci sarà un quintetto d’eccezione formato sempre da Lenny White alla batteria e da Dario Rosciglione al contrabbasso, Roberto Tarenzi al pianoforte, Giovanna Famulari al violoncello, Francesco Poeti alla chitarra.

Blue Monday è un album che lascia spazio alla creatività di Letizia e ai brani inediti composti a quattro mani con White. Non mancano influenze partenopee che si intrecciano con il jazz tradizionale, omaggi al grande Lelio Luttazzi (“Perché Domani” e "You'll say tomorrow"), Sophia Loren, Pino Daniele ma anche a George Gershwin, Amy Winehouse e Joe Henderson. 

 

Un brano originale Under the Moon tratto dal nuovo album è stato incluso nel cd “100%Frank” uscito con il mensile Musica Jazz di Dicembre 2015 in occasione del centenario della nascita di Frank Sinatra e in collaborazione con la Fondazione Lelio Luttazzi.

 

Nata a Napoli, Letizia Gambi è cresciuta in una famiglia di artisti. La madre cantava, il padre è un appassionato di Jazz, lo zio un tenore lirico e anche suo fratello Gianpaolo è oggi un apprezzato attore e conduttore tv.  E’ in questa grande famiglia “vecchio stile” che si riuniva e viveva le festività attraverso la musica e la cultura napoletana che Letizia inizia a manifestare la sua passione per l’arte. Molto presto però insieme alla sua famiglia si trasferisce a Como, ed è qui che la nostalgia per Napoli e il forte contrasto tra nord e sud portano Letizia a legare profondamente con le sue origini e a scoprire poi, crescendo, un forte desiderio di esprimerle in tutto ciò che fa. Letizia inizia il suo percorso artistico come ballerina, andando a studiare musical a Londra. Si diploma come disegnatrice e riceve riconoscimenti per i suoi quadri esponendo le sue opere già a 14 anni. Comincia a lavorare molto giovane come danzatrice, insegnante e coreografa mentre continua a studiare canto e recitazione. Frequenta la scuola di teatro Quelli di Grock a Milano, numerosi seminari, stage, ed inizia a lavorare anche come attrice. Infine, il suo grande amore per la musica la porta all’audizione per la Scuola Civica di Jazz di Milano (diretta dai maestri Franco Cerri ed Enrico Intra). Si diploma in Canto Jazz vincendo poi un Master come assistente alla docente di canto (Laura Conti). Da allora inizia a lavorare anche come cantante professionista e inizia a scrivere brani originali.

Il suo eclettismo la porta a numerose esperienze in molteplici contesti. Nel 2002 è Anita in West side story al Teatro Strehler di Milano. Balla e recita in diversi progetti teatrali e televisivi.  E’ voce della Alfredo Rey Orchestra con cui incide 2 album.  Per 5 anni solista nel Coro Gospel della Civica Scuola di Jazz  e canta con prestigiosi musicisti del panorama Jazz Italiano: Antonio Farao’, Julian Mazzariello, Riccardo Fioravanti, Stefano Bagnoli, Dario Rosciglione, Enzo Pietropaoli ,Max Ionata , Roberto Tarenzi , Fabrizio Bernasconi, Giovanni Guidi, Nando de Luca, Marco Brioschi, Paolo Brioschi, Fabrizio Sferra, Dan Kinzelman, Gianni Cazzola , Daniele Di Bonaventura, Marco Vaggi , Marco Ricci, Ivan Segreto, Tony Arco, Luciano Milanese, Dario Deidda e molti altri. Nel 2009, in circostanze tutt’ora misteriose Letizia perde inspiegabilmente e improvvisamente l’udito dall’orecchio destro. Inizia così a valutare l’ipotesi di mettere da parte la carriera musicale a causa delle difficoltà che questa inattesa e drammatica condizione le causa.  Poco dopo l’uscita dall’ospedale però, Letizia incontra il leggendario batterista e produttore americano plurivincitore di Grammy Award, Lenny White il quale riconosce il suo talento e decide di investire sulla sua idea di cultural fusion tra la cultura mediterranea/partenopea e quella Jazz/nero/americana. Letizia si trova a dover fare una scelta importante. Decide così di provare a trasformare il suo handicap in motivazione per dimostrare a se stessa che non bisogna rinunciare mai ai propri sogni e tenendo inizialmente segreta la sua condizione vola a New York. Dopo diciotto mesi di studi intensi e di duro lavoro nel 2012 esce il suo primo album Introducing Letizia Gambi con un cast stellare di musicisti: Ron Carter, Chick Corea, Gato Barbieri, Wallace Roney, Patrice Rushen, Gil Goldstein, Lenny White per citare i più noti. Dopo due anni di intenso lavoro esce il suo secondo disco Blue Monday inciso a New York e prodotto ancora da Lenny White.

Link pressbook: https://db.tt/UtAinq8w / Link foto: https://db.tt/JVmfrlXn / Link info e trailer: https://www.youtube.com/watch?v=R46A1C0JO9Q&feature=youtu.be / http://www.auditorium.com/eventi/ricerca?input=EV_6026382 

qui il link per ASCOLTARE il cd BLUE MONDAY:
https://soundcloud.com/letizia-gambi-official/sets/blue-monday-letizia-gambi/s-24i8

 

 

Info 06-80241281

www.auditorium.com

Ufficio stampa Musica per Roma tel. 06-80241574 – 231 – 228 - 583

ufficiostampa@musicaperroma.it